SPECIFICA IL TUO AMBITO LAVORATIVO

Privato

Libero professionista

Azienda

Pubblica Amministrazione

Associazione di Categoria

Home > Risultati della ricerca

Risultati della ricerca

Risultati della ricerca per:

Guide

FAQ

  • Si. Il numero massimo di destinatari diretti (TO:) di posta certificata è 250. Il numero massimo di destinatari totali (TO: e CC:) è 500.

    Mostra in una nuova pagina
    6 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • No, la trasmissione certifica l'invio del messaggio e la sua consegna nella casella del destinatario, non la lettura.

    D'altra parte, la normativa considera la notifica – ossia la comunicazione arrivata via email all’indirizzo di posta certificata del destinatario – completa, perfettamente valida e conosciuta dal suo destinatario.

    Di conseguenza, il tuo interlocutore non potrà trovare – anche se in buona fede – alcuna scusa per lamentare la mancata apertura della propria casella.

    Mostra in una nuova pagina
    9 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se provando ad aprire un messaggio di posta certificata da Webmail hai ricevuto questo avviso, vuol dire che al suo interno sono contenuti elementi potenzialmente pericolosi per la postazione di lavoro. Il sistema di posta li ha rimossi e il messaggio viene definito filtrato.

    Puoi comunque salvare messaggio completo in locale e visualizzarlo seguendo le indicazioni contenute nel Manuale Utente al paragrafo 5.1.2.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Legalmail HUB ti permette di presidiare tutte le caselle di posta certificata con dominio @legalmail.it o con altri domini purché certificati da InfoCert.

    Non possono essere presidiate le caselle rilasciate da altri gestori PEC.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Le richieste di indagini finanziarie vengono inviate alla casella di Posta Elettronica Certificata.

    Pertanto, se all'interno della casella non sono presenti richieste di indagine finanziarie è necessario verificare che il servizio sia configurato correttamente.

    In caso contrario nessuna richiesta è stata ricevuta.

    Mostra in una nuova pagina
    1 persona ha trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Puoi controllare la data di scadenza dei certificati presenti a bordo del tuo dispositivo fisico (smart card, Business Key o Wireless Key) utilizzando il software Dike GoSign.

    Collega il dispositivo al computer e una volta avviato il software DiKe GoSign individua la funzione Impostazioni, contrassegnata dall’icona a forma di ingranaggio.

    Successivamente, seleziono la pagina dedicata alla gestione della Cronologia Certificati. Troverai l'informazione che ti interessa all'interno della colonna Scadenza.

    Mostra in una nuova pagina
    13 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Non ti è richiesto di avere un tuo sistema di conservazione a norma poiché la suite dei servizi Legalinvoice comprende la conservazione delle fatture e delle ricevute presso il data center InfoCert.

    Il servizio di conservazione a norma di InfoCert non richiede l'installazione di alcun software sui tuoi sistemi e anche l'esibizione a fronte di ispezione di pubblici ufficiali avverrà tramite l'applicazione InfoCert Legalinvoice.

    Se al contrario disponi di un tuo servizio di conservazione, potrai scaricare le fatture e le ricevute e provvedere a conservarle come preferisci, in ogni caso InfoCert manterrà il servizio di conservazione delle fatture.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se desideri firmare i tuoi documenti utilizzando Dike GoSign Mobile, verifica di aver installato l'app sul tuo smartphone o tablet. Dike GoSign Mobile è disponibile per sistemi Android e iOS.

    Se desideri firmare i tuoi documenti utilizzando il software DikeGo Sign o con Dike GoSign PRO presente sul tuo computer, verifica di aver installato il software sulla tua postazione di lavoro.

    Al momento il sistema operativo che gestisce la firma su computer con una WirelessKey è Windows. Stiamo completando i test e le verifiche necessarie, a brevissimo la firma con WirelessKey sarà disponibile anche su Linux e Mac.

    Mostra in una nuova pagina
    3 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • L'obbligatorietà della fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione dipende dall'attività svolta e dalla specifica normativa cui l'organizzazione non profit fa riferimento.

    Una volta verificate queste condizioni con l'aiuto di un consulente o ricorrendo ai chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate, l'organizzazione non profit può decidere il da farsi.

    Tieni conto che la fatturazione elettronica implica l'adozione delle regole tecniche stabilite dal Ministero al quale si rimanda per eventuali chiarimenti.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Una corretta visualizzazione dei contenuti formativi è garantita dall'uso di una delle seguenti versioni dei browser:

    • Internet Explorer 8 o superiore;
    • Mozilla Firefox 4 o superiore;
    • Google Chrome;
    • Apple Safari 4 o superiore.

     

    Mostra in una nuova pagina
    3 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Vedi tutte le FAQ

Tutorial

Video