SPECIFICA IL TUO AMBITO LAVORATIVO

Privato

Libero professionista

Azienda

Pubblica Amministrazione

Associazione di Categoria

Home > Risultati della ricerca

Risultati della ricerca

Risultati della ricerca per: guida alla configurazione Legalmail -

Guide

FAQ

  • L'accesso alla tua casella via Webmail è immediato: non hai bisogno di installare componenti software aggiuntive né di configurare il browser. Rappresenta quindi lo strumento più adatto per accedere alla casella da postazioni di lavoro diverse dalla tua. Viceversa, l'accesso via client richiede una configurazione iniziale del programma e sebbene offa una gamma di funzioni più ampia, legata al client prescelto, limita la consultazione da postazioni diverse dalla tua (a meno che tu non ripeta le stesse operazioni ogni volta). Per maggiori dettagli, consulta le Guide

    L'accesso via Webmail prevede che i messaggi rimangano, a meno di una volontaria azione di cancellazione, nello spazio disponibile della casella. L'accesso via client ti permette di scegliere se scaricare i messaggi sulla tua postazione ovvero se lasciarli nello spazio disponibile. Se il browser o il client con il quale accedi alla casella sono configurati per mantenere i messaggi nello spazio disponibile ricordati di cancellarli periodicamente. In caso contrario la casella, potrebbe raggiungere i limiti di spazio previsti e non sarà più in grado di ricevere ulteriori messaggi.

    Mostra in una nuova pagina
    3 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • I nuovi standard di sicurezza previsti da AgID richiedono una verifica dei parametri di configurazione per evitare problemi di accesso alla casella Legalmail tramite il client di posta.

    L'invito è quello di aggiornare il client di posta ad una versione più recente secondo le indicazioni riportate in tabella e tenendo conto che è fortemente raccomandato applicare fix e patch del Sistema Operativo in materia TLS 1.2.

    Nel corso delle operazioni di controllo della configurazione del client, verifica anche le informazioni che definiscono il server di cui occorre indicare nome, porta e metodo di crittografia richiesto:

    • posta in entrata > mbox.cert.legalmail.it porte 993 (IMAP4s) oppure 995 (POP3s)
    • posta in uscita > sendm.cert.legalmail.it porte 25 (SMTPs) oppure 465 (SMTPs)

    Infine, è sempre possibile accedere alla propria casella PEC tramite Webmail.

     

     

    Mostra in una nuova pagina
    26 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se i servizi di posta certificata sono stati integrati nei sistemi aziendali, potrebbe accadere che la tua applicazione abbia problemi di connessione ai server Legalmail (mbox.cert.legalmail.it e sendm.cert.legalmail.it) e che non riesca a verificare la catena di certificazione del nuovo certificato SSL, che ha sostituito il precedente in scadenza.

    Verifica con il personale addetto alla manutenzione dei sistemi aziendali che sia stata aggiornata la catena di certificazione:

    GlobalSign Root R3 (https://valid.r3.roots.globalsign.com/) >> GlobalSign RSA OV CA – 2018 >> *.cert.legalmail.it

    La necessità di utilizzare tutti o solo alcuni dei certificati della catena dipende dall’applicazione utilizzata in azienda.

    Per maggiori informazioni sono disponibili le seguenti guide sul sito Globalsign:

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Vedi tutte le FAQ