SPECIFICA IL TUO AMBITO LAVORATIVO

Privato

Libero professionista

Azienda

Pubblica Amministrazione

Associazione di Categoria

Home > Elenco FAQ

Elenco FAQ

  • Per conoscere la configurazione della Piattaforma di Informazioni Commerciali e l'utilizzo dei servizi annessi si rimanda alla guida: "Manuale Utente Informazioni Commerciali".

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Puoi accedere al Portale di Informazioni Commerciali InfoCert da https://infocert.visura.it, inserendo nel campo "nome utente" l'email di accesso al negozio InfoCert e la relativa Password.

    Se non ricordi la Password di accesso clicca su “Password Dimenticata" e recupera subito le tue credenziali.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Mostra in una nuova pagina
    1 persona ha trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Sì, certo. Basterà contattare il commerciale di riferimento, oppure compilare il form Ticket di Assistenza sul sito per essere ricontattati.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • iOS

    Accedi alla sezione "Gestisci Caselle" cliccando sul nome della casella corrente posto in altro a sinistra. L'indicazione della versione dell'app Legalmail Mobile installata è presente all'interno di questa schermata.

    Android

    Accedi al menu laterale e da qui alla sezione "Impostazioni" all'interno della quale troverai l'indicazione della versione dell'app Legalmail Mobile installata.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • L'inserimento delle Informazioni di Sicurezza (o Informazioni di recupero password) è obbligatorio al 1° accesso di un servizio InfoCert o se accidentalmente hai risposto male alla Domanda Segreta per 3 volte.

    Qualora nel corso del tempo volessi modificarle, potrai farlo ricorrendo all'opzione "Account", disponibile tra i comandi di menu e caratterizzata da un'icona con forma umana.

    Per maggiori dettagli, consulta il TUTORIAL.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se non hai definito le Informazioni di Sicurezza al momento del 1° accesso alla tua casella Legalmail, continuerai a vederti porre questa richiesta fino a quando non le inserisci.

    Per maggiori info sulle "Informazioni di Sicurezza", vedi la FAQ.

    Mostra in una nuova pagina
    4 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • L'inserimento delle Informazioni di Sicurezza, (o Informazioni di recupero password), quali il numero di Cellulare e l'email di recupero, è reso obbligatorio al 1° accesso alla mia casella PEC Legalmail.

    Qualora nel corso del tempo volessi modificarle, potrai farlo ricorrendo all'opzione "Account", disponibile tra i comandi di menu e caratterizzata da un'icona con forma umana.

    Per maggiori dettagli, consulta il TUTORIAL.

    Mostra in una nuova pagina
    3 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Nell'area dedicata all'impostazione delle Informazioni di sicurezza viene chiesto l'inserimento di un indirizzo mail e di un cellulare che verranno utilizzati, in caso di necessità, per completare la procedura di rilascio della nuova password.

    Soltanto per il servizio SPID è richiesto anche l'impostazione di una domanda di sicurezza (scelta da un elenco fornito dal sistema) e da una risposta segreta.

    Mostra in una nuova pagina
    49 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Puoi inserire o modificare le Informazioni di Sicurezza di Legalinvoice PRO ricorrendo all'opzione Cambio Password, disponibile tra i comandi della funzione Utente (contrassegnata dalla user di accesso al servizio).

    L'area Informazioni di sicurezza ti fornisce le istruzioni per inserirle (o modificarle) e le caratteristiche che devono avere per essere accettate dal sistema e per garantire i requisiti minimi di sicurezza che proteggeranno l'accesso a Legalinvoice PRO.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se ti ritrovi in una di queste situazioni:

    • non hai mai inserito le Informazioni di Sicurezza, necessarie per gestire l'operazione recupero in totale autonomia
    • hai bloccato il recupero della password perchè hai fornito per 3 (tre) volte una risposta errata alla domanda segreta

    Puoi recuperare la password del tuo account tenendo conto della modalità di acquisto del servizio:

    1. ho acquistato il servizio InfoCert sul Negozio;
    2. ho acquistato il servizio InfoCert presso un Rivenditore Autorizzato InfoCert.

    Normalmente, occorrono circa 3 giorni lavorativi dal ricevimento del fax/mail per evadere le richieste.

    Mostra in una nuova pagina
    1 persona ha trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • I dati biometrici sono quei dati personali che si ricavano da caratteristiche fisiche o comportamentali uniche e identificative di ciascuna persona fisica.

    Nel caso della firma grafometrica, si parla di caratteristiche biometriche comportamentali che vengono acquisite tramite speciali tavolette di acquisizione (tablet grafometrici) o, come nel caso di GoSign Grapho, su tablet di uso commerciale attraverso l'uso di specifici applicativi.

    I dispositivi di acquisizione devono essere in grado di rilevare, oltre al tratto grafico (la forma delle lettere), anche una serie di parametri dinamici associati all'atto della firma. I principali sono:

    • velocità di tracciamento ovvero la velocità di scrittura del firmatario;
    • accelerazione del movimento associato al gesto di tracciare la propria firma;
    • pressione esercitata dal firmatario sul supporto di sottoscrizione, in questo caso sullo schermo del tablet;
    • inclinazione dello strumento di scrittura utilizzato ovvero della penna per tablet;
    • salti in volo ovvero lo stacco tra singole lettere, parti di lettere o parole.

    Il sistema di firma su cui si basa GoSign Grapho è progettato appositamente per individuare le caratteristiche dinamiche della firma apposta dal firmatario. I dati biometrici raccolti dal dispositivo, immediatamente dopo la loro acquisizione, vengono cifrati e fusi in modo permanente con il documento sottoscritto, permettendo agli stessi dati di non poter essere modificati.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Le nuove modalità di invio delle fatture, ora in modalità elettronica, hanno un'evidente ricaduta nel rapporto tra InfoCert ed i suoi Clienti. Dal 1° gennaio 2019, infatti, le fatture devono rispondere alle specifiche della fatturazione elettronica che prevede la disponibilità di alcuni dati non sempre presenti nelle anagrafiche dei Clienti, specialmente se si sono registrati precedentemente al 1° gennaio.

    Comprenderai quindi, che l'inserimento dei dati di fatturazione corretti è di fondamentale importanza per InfoCert ma anche per la tua attività. Infatti, dati errati implicano una fattura errata. Considerando la trasmissione elettronica e i tempi di lavorazione scadenzati dal Sistema di Interscambio si corre il rischio di non poter intervenire nei tempi giusti per una corretta gestione.

    Se sei un nuovo Cliente ti basterà seguire le indicazioni fornite per la tua attività durante la prima registrazione; se sei già un Cliente InfoCert in occasione del primo ordine utile ti verrà chiesto di arricchire i Dati di Fatturazione con quelli mancanti.

    In questo secondo caso, accedi all'Area Clienti con le credenziali di accesso al Negozio InfoCert. Seleziona la funzione Account e poi, all'interno della pagina, individua la sezione dedicata ai Dati di Fatturazione e procedi con un clic sul pulsante Modifica.

    Ti troverai nella pagina dedicata alla modifica dei dati di fatturazione: correggi o integra quanto necessario.

    Ecco allora, caso per caso, un elenco dei dati necessari perché InfoCert emetta una fattura elettronica corretta nei tuoi confronti. Individua la tua attività, verifica se è previsto che tu fornisca una P. IVA o meno, verifica di aver fornito l'indirizzo PEC o in alternativa il Codice Destinatario e aggiorna la tua scheda in base alle nuove necessità.


    Ho la Partita IVA

    Impresa/Società

    Sono presenti e sono obbligatori i seguenti campi:

    • il Settore di attività nella quale l'impresa opera;
    • la Ragione Sociale dell'impresa;
    • il Codice Fiscale dell'impresa;
    • la Partita IVA dell'impresa;
    • l'Indirizzo, il CAP, il Comune e la Provincia che formano complessivamente il recapito dell'impresa;
    • l'indirizzo Email al quale verrà spedita la copia di cortesia della fattura. Per quanto riguarda i dati necessari per la gestione elettronica della fattura, l'impresa può scegliere la modalità attraverso la quale ricevere la fattura emessa da InfoCert. In particolare:
    • può indicare l'indirizzo PEC così da ricevere la fattura via PEC;
    • può indicare il suo Codice Destinatario così da ricevere la fattura attraverso il Sistema di Interscambio;
    • può aver già indicato il suo Codice Destinatario al Sistema di Interscambio. In questo caso è sufficiente barrare l'opzione corrispondente. E' sempre possibile inserire la causale dell'acquisto. Questo dato, vincolato all'ordine effettuato, può essere inserito immediatamente prima della scelta della modalità di pagamento con un clic sul link Inserisci causale fattura.
    Ditta Individuale

    Sono presenti e sono obbligatori i seguenti campi:

    • il Settore di attività nella quale l'impresa opera;
    • la Ragione Sociale dell'impresa;
    • il Codice Fiscale dell'impresa;
    • la Partita IVA dell'impresa;
    • l'Indirizzo, il CAP, il Comune e la Provincia che formano complessivamente il recapito dell'impresa;
    • l'indirizzo Email al quale verrà spedita la copia di cortesia della fattura. Per quanto riguarda i dati necessari per la gestione elettronica della fattura, l'impresa può scegliere la modalità attraverso la quale ricevere la fattura emessa da InfoCert. In particolare:
    • può indicare l'indirizzo PEC così da ricevere la fattura via PEC;
    • può indicare il suo Codice Destinatario così da ricevere la fattura attraverso il Sistema di Interscambio;
    • può aver già indicato il suo Codice Destinatario al Sistema di Interscambio. In questo caso è sufficiente barrare l'opzione corrispondente. E' sempre possibile inserire la causale dell'acquisto. Questo dato, vincolato all'ordine effettuato, può essere inserito immediatamente prima della scelta della modalità di pagamento con un clic sul link Inserisci causale fattura.
    Professionista

    Sono presenti e sono obbligatori i seguenti campi:

    • il Settore di attività del professionista;
    • la Ragione Sociale dello studio professionale;
    • il Codice Fiscale;
    • la Partita IVA;
    • l'Indirizzo, il CAP, il Comune e la Provincia che formano complessivamente il recapito del professionista;
    • l'indirizzo Email al quale verrà spedita la copia di cortesia della fattura. Per quanto riguarda i dati necessari per la gestione elettronica della fattura, il professionista può scegliere la modalità attraverso la quale ricevere la fattura emessa da InfoCert. In particolare:
    • può indicare l'indirizzo PEC così da ricevere la fattura via PEC;
    • può indicare il suo Codice Destinatario così da ricevere la fattura attraverso il Sistema di Interscambio;
    • può aver già indicato il suo Codice Destinatario al Sistema di Interscambio. In questo caso è sufficiente barrare l'opzione corrispondente. E' sempre possibile inserire la causale dell'acquisto. Questo dato, vincolato all'ordine effettuato, può essere inserito immediatamente prima della scelta della modalità di pagamento con un clic sul link Inserisci causale fattura.
    Associazione (con P. IVA)

    Sono presenti e sono obbligatori i seguenti campi:

    • il Settore di intervento dell'associazione;
    • la Ragione Sociale dell'associazione;
    • il Codice Fiscale dell'associazione;
    • la Partita IVA dell'associazione;
    • l'Indirizzo, il CAP, il Comune e la Provincia che formano complessivamente il recapito dell'associazione;
    • l'indirizzo Email al quale verrà spedita la copia di cortesia della fattura. Per quanto riguarda i dati necessari per la gestione elettronica della fattura, l'associazione può scegliere la modalità attraverso la quale ricevere la fattura emessa da InfoCert. In particolare:
    • può indicare l'indirizzo PEC così da ricevere la fattura via PEC;
    • può indicare il suo Codice Destinatario così da ricevere la fattura attraverso il Sistema di Interscambio;
    • può aver già indicato il suo Codice Destinatario al Sistema di Interscambio. In questo caso è sufficiente barrare l'opzione corrispondente. E' sempre possibile inserire la causale dell'acquisto. Questo dato, vincolato all'ordine effettuato, può essere inserito immediatamente prima della scelta della modalità di pagamento con un clic sul link Inserisci causale fattura.
    Altro

    Sono presenti e sono obbligatori i seguenti campi:

    • il Settore di attività. Non è presente il menu a tendina, il campo prevede una descrizione a testo libero con un massimo di 100 caratteri;
    • la Ragione Sociale;
    • il Codice Fiscale;
    • la Partita IVA;
    • l'Indirizzo, il CAP, il Comune e la Provincia che formano complessivamente il recapito del cliente;
    • l'indirizzo Email al quale verrà spedita la copia di cortesia della fattura. Per quanto riguarda i dati necessari per la gestione elettronica della fattura, il cliente può scegliere la modalità attraverso la quale ricevere la fattura emessa da InfoCert. In particolare:
    • può indicare l'indirizzo PEC così da ricevere la fattura via PEC;
    • può indicare il suo Codice Destinatario così da ricevere la fattura attraverso il Sistema di Interscambio;
    • può aver già indicato il suo Codice Destinatario al Sistema di Interscambio. In questo caso è sufficiente barrare l'opzione corrispondente. E' sempre possibile inserire la causale dell'acquisto. Questo dato, vincolato all'ordine effettuato, può essere inserito immediatamente prima della scelta della modalità di pagamento con un clic sul link Inserisci causale fattura.

    Non ho la Partita IVA

    Privato Cittadino

    Sono presenti e sono obbligatori i seguenti campi:

    • il Nome ed il Cognome del cliente;
    • il Codice Fiscale del cliente;
    • l'Indirizzo, il CAP, il Comune e la Provincia che formano complessivamente il recapito del cliente;
    • l'indirizzo Email al quale verrà spedita la copia di cortesia della fattura. Il cliente che si configura come Privato, può facoltativamente inserire un'indirizzo PEC per gestire le comunicazioni con InfoCert. E' sempre possibile inserire la causale dell'acquisto. Questo dato, vincolato all'ordine effettuato, può essere inserito immediatamente prima della scelta della modalità di pagamento con un clic sul link Inserisci causale fattura.
    Associazione (culturale, sportiva, onlus…)

    Sono presenti e sono obbligatori i seguenti campi:

    • il Settore di intervento dell'associazione;
    • la Ragione Sociale dell'associazione;
    • il Codice Fiscale dell'associazione;
    • l'Indirizzo, il CAP, il Comune e la Provincia che formano complessivamente il recapito dell'associazione;
    • l'indirizzo Email al quale verrà spedita la copia di cortesia della fattura. Per quanto riguarda i dati necessari per la gestione elettronica della fattura, l'associazione può scegliere la modalità attraverso la quale ricevere la fattura emessa da InfoCert. In particolare:
    • può indicare l'indirizzo PEC così da ricevere la fattura via PEC;
    • può indicare il suo Codice Destinatario così da ricevere la fattura attraverso il Sistema di Interscambio;
    • può aver già indicato il suo Codice Destinatario al Sistema di Interscambio. In questo caso è sufficiente barrare l'opzione corrispondente. E' sempre possibile inserire la causale dell'acquisto. Questo dato, vincolato all'ordine effettuato, può essere inserito immediatamente prima della scelta della modalità di pagamento con un clic sul link Inserisci causale fattura.
    Società semplice

    Sono presenti e sono obbligatori i seguenti campi:

    • il Settore di intervento della Società semplice;
    • la Ragione Sociale della Società semplice;
    • il Codice Fiscale della Società semplice;
    • l'Indirizzo, il CAP, il Comune e la Provincia che formano complessivamente il recapito della Società semplice;
    • l'indirizzo Email al quale verrà spedita la copia di cortesia della fattura. Per quanto riguarda i dati necessari per la gestione elettronica della fattura, la Società semplice può scegliere la modalità attraverso la quale ricevere la fattura emessa da InfoCert. In particolare:
    • può indicare l'indirizzo PEC così da ricevere la fattura via PEC;
    • può indicare il suo Codice Destinatario così da ricevere la fattura attraverso il Sistema di Interscambio;
    • può aver già indicato il suo Codice Destinatario al Sistema di Interscambio. In questo caso è sufficiente barrare l'opzione corrispondente. E' sempre possibile inserire la causale dell'acquisto. Questo dato, vincolato all'ordine effettuato, può essere inserito immediatamente prima della scelta della modalità di pagamento con un clic sul link Inserisci causale fattura.
    Condominio

    Sono presenti e sono obbligatori i seguenti campi:

    • la Ragione Sociale del condominio;
    • il Codice Fiscale del condominio;
    • l'Indirizzo, il CAP, il Comune e la Provincia che formano complessivamente il recapito del condominio;
    • l'indirizzo Email al quale verrà spedita la copia di cortesia della fattura. Per quanto riguarda i dati necessari per la gestione elettronica della fattura, il condominio può scegliere la modalità attraverso la quale ricevere la fattura emessa da InfoCert. In particolare:
    • può indicare l'indirizzo PEC così da ricevere la fattura via PEC;
    • può indicare il suo Codice Destinatario così da ricevere la fattura attraverso il Sistema di Interscambio;
    • può aver già indicato il suo Codice Destinatario al Sistema di Interscambio. In questo caso è sufficiente barrare l'opzione corrispondente. E' sempre possibile inserire la causale dell'acquisto. Questo dato, vincolato all'ordine effettuato, può essere inserito immediatamente prima della scelta della modalità di pagamento con un clic sul link Inserisci causale fattura.
    Altro

    Sono presenti e sono obbligatori i seguenti campi:

    • il Settore di attività. Non è presente il menu a tendina, il campo prevede una descrizione a testo libero con un massimo di 100 caratteri;
    • la Ragione Sociale;
    • il Codice Fiscale;
    • l'Indirizzo, il CAP, il Comune e la Provincia che formano complessivamente il recapito del cliente;
    • l'indirizzo Email al quale verrà spedita la copia di cortesia della fattura. Per quanto riguarda i dati necessari per la gestione elettronica della fattura, il cliente può scegliere la modalità attraverso la quale ricevere la fattura emessa da InfoCert. In particolare:
    • può indicare l'indirizzo PEC così da ricevere la fattura via PEC;
    • può indicare il suo Codice Destinatario così da ricevere la fattura attraverso il Sistema di Interscambio;
    • può aver già indicato il suo Codice Destinatario al Sistema di Interscambio. In questo caso è sufficiente barrare l'opzione corrispondente. E' sempre possibile inserire la causale dell'acquisto. Questo dato, vincolato all'ordine effettuato, può essere inserito immediatamente prima della scelta della modalità di pagamento con un clic sul link Inserisci causale fattura.

    Mostra in una nuova pagina
    8 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se hai bisogno di dotarti di una casella PEC puoi acquistarla direttamente sul Negozio InfoCert.

    Sempre da Negozio puoi acquistare i Servizi Aggiuntivi che ti permettono per es:

    • ampliare lo spazio disponibile della cartella Inbox
    • ampliare lo spazio disponibile dell'Archivio di Sicurezza
    • nonché acquistare lo spazio destinato alla conservazione elettronica sostitutiva dei messaggi.

    InfoCert offre le caselle certificate e tutti gli altri servizi della suite Legalmail anche attraverso la propria rete commerciale o avvalendosi di partner qualificati. Le modalità di vendita possono variare in funzione della quantità di caselle richieste e delle specifiche esigenze del cliente.

    Mostra in una nuova pagina
    4 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • La struttura di metadati da aggiungere alle classi già in uso dipende da quelli che sono gli indici ad oggi previsti per le stesse e varia da cliente a cliente in base agli accordi contrattuali e di attivazione. Il servizio di conservazione a norma LegalDoc è già predisposto per accettare metadati ulteriori rispetto a quelli precedentemente configurati, per cui ad ogni versamento si possono aggiungere autonomamente gli indici necessari a colmare il divario.

    AgID prevede le seguenti INDICAZIONI

    InfoCert rimane a disposizione per attività di consulenza normativa, per eventuali gap analysis, da richiedere al referente commerciale.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Il diritto di recesso per ripensamento è la possibilità data al Cliente di sciogliere il vincolo contrattuale unilateralmente, restituendo il bene acquistato e ottenendo la restituzione del prezzo pagato.

    Può essere esercitato in relazione ai contratti di compravendita di beni o servizi conclusi a distanza o fuori dai locali commerciali, tra consumatore (la persona fisica che acquista il bene/servizio per scopi non riferibili alla propria attività professionale e che non effettua l'acquisto indicando un riferimento di Partita IVA) e professionista, e solo dal primo nei confronti del secondo, non viceversa.

    In questo caso, il Cliente ha diritto a recedere dal contratto di acquisto per qualsiasi motivo, senza fornire spiegazioni e senza penalità, entro 14 giorni dal ricevimento del bene o, nel caso di servizi, dalla conclusione del contratto.

    Come previsto dalla normativa, il Cliente sarà responsabile della diminuzione del valore dei beni risultante da una manipolazione dei beni diversa da quella necessaria per stabilire la natura, le caratteristiche e il funzionamento degli stessi.

    Mostra in una nuova pagina
    5 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Per arrivare alla sottoscrizione di un documento attraverso un processo di firma grafometrica intervengono 3 soggetti, le cui azioni e i cui obblighi sono descritti nel DPCM 22 febbraio 2013, Regole tecniche in materia di generazione, apposizione e verifica delle firme elettroniche avanzate, qualificate e digitali. Vediamo chi sono:

    • il soggetto Erogatore viene definito come colui che eroga soluzioni di firma elettronica avanzata al fine di utilizzarle nei rapporti intrattenuti con soggetti terzi per motivi istituzionali, societari o commerciali, realizzandole in proprio o anche avvalendosi di soluzioni realizzate dai cosiddetti partner teconogici. Può essere individuato in uno studio professionale, un'azienda, un'Associazione di categoria o una Pubblica Amministrazione.

    Nella soluzione InfoCert, al soggetto Erogatore competono le attività volte all'identificazione del Firmatario attraverso la verifica del documento di identità e la conservazione della copia del documento per 20 anni.

    • il partner tecnologico viene definito come colui che realizza soluzioni di firma elettronica avanzata, quale oggetto dell’attività di impresa, a favore del soggetto Erogatore.

    La soluzione InfoCert, mette a disposizione del soggetto Erogatore le attività di informativa per l’accettazione del trattamento dei dati biometrici da parte del Firmatario, l'assicurazione obbligatoria prevista dal citato DPCM, la generazione delle chiavi crittografiche con cui saranno cifrati i dati biometrici del Firmatario e la raccolta e cifratura del blob biometrico del Firmatario al quale verranno inviate le evidenze del processo di firma grafometrica.

    • il Firmatario, ovvero la persona fisica chiamata a sottoscrivere il documento in modalità grafometrica al quale si chiede di avere con se un documento di riconoscimento valido ed il tesserino del Codice Fiscale (o tessera sanitaria) al momento della firma per poter essere identificato.

    Mostra in una nuova pagina
    12 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se desideri modificare le impostazioni del tuo account puoi farlo collegandoti alla componente web di SecureDrive ed effettuando l'accesso.

    Seleziona l'opzione Account disponibile nel menu posto in alto a sinistra, accanto alla tua User ID, e procedi con la modifica della password o delle tue informazioni di sicurezza, necessarie per il recupero della password di accesso qualora dovessi dimenticarla.

    Puoi inserire o modificare le Informazioni di Sicurezza di SecureDrive collegandoti alla componente web e, una volta eseguito l'accesso ricorrere all'opzione Cambio Password, disponibile tra i comandi della funzione Utente (contrassegnata dalla user di accesso al servizio).

    L'area Informazioni di sicurezza ti fornisce le istruzioni per inserirle (o eventualmente modificarle) e le caratteristiche che devono avere per essere accettate dal sistema e per garantire i requisiti minimi di sicurezza che proteggeranno l'accesso a SecureDrive.

    Un clic sul pulsante Salva informazioni conclude l'operazione.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Le funzionalità sono equivalenti alla versione mono-azienda, con la differenza di poter gestire in configurazione più operatori economici (Partite IVA) appartenenti allo stesso gruppo.

    Contattaci per maggiori informazioni.

    Mostra in una nuova pagina
    1 persona ha trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
    • La normativa vigente (CAD Art. 21, c.3 del DPR n. 633/1972) prevede l'obbligo di Conservazione sostitutiva delle Fatture Elettroniche. Per maggior informazioni clicca QUI.

    • La suite dei servizi LegalInvoice comprende la Conservazione digitale delle fatture e delle ricevute presso il data center InfoCert. Per maggiori informazioni clicca QUI.

    • I server che supportano la Conservazione digitale delle Fatture Elettroniche sono ubicati a Padova. Per maggior informazioni clicca QUI.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • InfoCert ha ceduto alla controllata Sixtema ARF il servizio Anagrafe dei Rapporti Finanziari ARF Web.

    Per maggiori informazioni e per ricevere le credenziali di accesso alla nuova versione del servizio collegati al sito di Sixtema ARF.

    Mostra in una nuova pagina
    4 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
    1. Dopo aver effettuato l'accesso alla casella Legalmail via webmail, seleziona l'icona "Account" a forma umana posta in alto a destra.
    2. Facendo clic su "La mia casella" ti si aprirà una schermata con tutte le informazioni relative alla casella, tra cui la "Data di Scadenza".

    Mostra in una nuova pagina
    2 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Per avere lo SPID Livello 2 è necessario utilizzare l'App MyInfoCert, disponibile per dispositivi Android 6+, iOS 13+ e Huawei AppGallery.

    • Per la configurazione dell'App devi accedere con le credenziali del tuo account SPID InfoCert ID attivo.
    • MyInfoCert è GRATIS e disponibile solo per Mobile e Tablet.

    Il tuo Smartphone non supporta l'App MyInfoCert? Clicca QUI.

    Per maggiori informazioni consulta la Guida App MyInfoCert.

    Mostra in una nuova pagina
    9 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • La guida all'uso di Legalmail via Webmail è disponibile una volta eseguito l'accesso alla mia casella.

    Ogni volta che ho bisogno di supporto, sarà sufficiente fare clic sull'icona "?" posta in alto a destra e selezionare il tema che voglio approfondire:

    • Informazioni generali sulla PEC
    • Il Webmail Legalmail: come si presenta
    • Posta
    • Archivio
    • Conservazione
    • Rubrica
    • Fatture
    • Impostazioni

    Mostra in una nuova pagina
    1 persona ha trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se hai bisogno di acquistare il servizio Legalmail HUB puoi accedere direttamente al Negozio InfoCert o alla pagina dedicata, dove troverai anche tutte le informazioni sulle sue caratteristiche.

    Per maggiori informazioni compila il ticket di assistenza presente nella pagina Contatti. Sarai contattato in brevissimo tempo.

    Mostra in una nuova pagina
    4 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Il servizio Legalmail ti offre la possibilità di conservare a norma i messaggi PEC con un servizio integrato direttamente nella casella, come previsto dalla normativa di riferimento (art.71 del Codice dell’Amministrazione Digitale).

    Clicca qui per avere maggiori informazioni.

    Mostra in una nuova pagina
    3 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Un documento con firma LTV è un documento autoconsistente, che racchiude in sé:

    • la firma digitale apposta;
    • la marca temporale apposta contestualmente alla firma;
    • le informazioni relative allo stato di validità del certificato al momento della apposizione della firma e della marca, incluse sotto forma di risposta ottenuta dal servizio OCSP (Online Certificate Status Protocol) oppure di lista dei certificati revocati o sospesi (CRL, Certificate Revocation List).

    Il documento così ottenuto sarà valido oltre la scadenza del certificato con cui è stato firmato e della marca temporale apposta. E poiché si porta dietro tutte le informazioni necessarie, è verificabile anche quando la postazione di lavoro non è collegata ad Internet.

    Mostra in una nuova pagina
    1 persona ha trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Prima di utilizzare la funzione di Recupero Password presente su Webmail, controlla di inserire il nome della casella/userID corretto (es. nomecasella@legalmail.it).

    Presta attenzione al Blocco Maiuscolo quando digiti la Password.

    Se l'operazione non dovesse riuscire o non hai le Informazioni di Sicurezza, puoi richiedere una nuova password compilando il FORM.

    Puoi vedere la procedura di Recupero Password ("Non riesco ad accedere") su questo TUTORIAL.

    Per maggiori informazioni sulle Informazioni di Sicurezza consulta questa breve FAQ.

    Mostra in una nuova pagina
    24 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • La marcatura temporale di un documento informatico consiste nella generazione, da parte di una terza parte fidata, di una firma digitale del documento (anche aggiuntiva rispetto a quella del sottoscrittore) cui è associata l'informazione relativa ad una data e ad un'ora certa.

    La marcatura temporale consente quindi di stabilire l'esistenza di un documento informatico a partire da un certo istante temporale e di opporlo a terzi.

    Il tempo cui fanno riferimento le marche temporali è riferito al Tempo Universale Coordinato, ed è assicurato da un ricevitore radio sintonizzato con il segnale emesso dall'Istituto Elettrotecnico Nazionale Galileo Ferraris.

    Mostra in una nuova pagina
    2 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se risiedi all'estero e hai bisogno di attivare un account SPID con InfoCert, puoi richiederlo attraverso una delle 2 (due) seguenti modalità:

    • Riconoscimento Web
    • Firma Digitale o Carta Nazionale dei Servizi (CNS) precedentemente attivata

    Vedi i documenti necessari per fare la richiesta SPID: QUI

    Per maggiori informazioni, consulta la pagina web dedicata

    Mostra in una nuova pagina
    11 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Per configurare il tuo Profilo Azienda :

    • clicca sull'icona dell’ingranaggio collocata sulla barra nera in alto a destra della home page;
    • seleziona Profilo Azienda dal menu a tendina;
    • inserisci le informazioni richieste.

    Per maggiori dettagli consulta la Guida alla configurazione di Legalinvoice START e Legalinvoice GO!.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Per sospendere o revocare l'account SPID:

    1. Accedi al Self Care con le credenziali del tuo account SPID (UserID e Password);

    2. Nel menù a sinistra seleziona la voce "Informazioni di accesso" e fai clic sul pulsante "Sospendi - revoca";

    • Se vuoi SOSPENDERE momentaneamente la tua identità, seleziona l'intervallo di tempo durante il quale non potrai accedere più ai servizi associati al tuo SPID InfoCert ID.

    • Se, invece, vuoi REVOCARE il tuo account SPID, fai clic su "Scarica modulo di Revoca" e, dopo averlo compilato i campi richiesti, invia il modulo tramite PEC all'indirizzo: "revoca.spid@legalmail.it".

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • L'Identità Digitale è l'insieme dei dati e delle informazioni, o attributi, che definiscono il Titolare e costituiscono la rappresentazione virtuale dell'identità reale utilizzabile durante interazioni elettroniche con persone o sistemi informatici.

    Nella pratica, l'Identità Digitale è una chiave unica di accesso a tutti i servizi pubblici e a quelli delle aziende private che intendono usufruire di questo sistema diffuso di riconoscimento.

    Mostra in una nuova pagina
    82 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Si, puoi farlo attivando il servizio aggiuntivo Template PDF.

    In questo modo permetterai a Legalinvoice PRO di estrarre automaticamente le informazioni contenute nelle fatture .pdf prodotte dal tuo gestionale e tradurle nel formato .xml previsto per le fatture elettroniche.

    Per maggiori dettagli, consulta la Guida alla gestione dei formati pdf e xml delle fatture.

    Mostra in una nuova pagina
    1 persona ha trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se hai acquistato il servizio attraverso un nostro Rivenditore Autorizzato InfoCert ed hai smarrito o dimenticato la password di accesso ad un servizio InfoCert, consulta i tutorial disponibili su questo sito e segui le istruzioni fornite per recuperarla.

    Se non hai mai inserito o hai bloccato le Informazioni di sicurezza necessarie per gestire l'operazione recupero in totale autonomia, allora puoi recuperare la password rivolgendoti all'Assistenza Clienti del tuo Rivenditore.

    Mostra in una nuova pagina
    522 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Per verificare la data di scadenza dei servizi/prodotti acquistati, accedi alla tua Area Clienti del Negozio.

    Quindi, fai clic sull'icona "PRODOTTI" accanto a quella del carrello e seleziona la tipologia di tuo interesse. La pagina che compare ti mostra il numero di servizi attivi per quella categoria scelta. Se esiste un prodotto attivo o scaduto puoi fare clic sull'icona a forma di "i" per avere tutte le informazioni disponibili, tra cui la "Data di Scadenza".

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • E' un certificato presente all'interno di un dispositivo di firma (smart card, token USB o eventualmente su un dispositivo remoto), rilasciato dal Qualified Trust Service Provider (ente Certificatore).

    Al suo interno si trova un insieme di informazioni atte a definire con certezza la corrispondenza tra il nome del soggetto certificato e la sua chiave pubblica.

    Nel certificato compaiono altre informazioni tra cui il Certificatore che lo ha emesso, il periodo di tempo in cui il certificato può essere utilizzato, ecc.

    Lo scopo di questo certificato è di dare il valore della forma scritta ai documenti informatici.

    Mostra in una nuova pagina
    14 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se hai bisogno di acquisire le informazioni contenute nel log dei messaggi, puoi inviare la richiesta tramite la tua casella certificata all'indirizzo servizio_legalmail@legalmail.it, seguendo le istruzioni contenute nel Paragrafo 4.1.3. del Manuale Operativo Legalmail.

    La richiesta di informazioni contenute nel log dei messaggi rientra tra i servizi dell'Assistenza Specialistica a Pagamento ed è a titolo oneroso.

    Mostra in una nuova pagina
    10 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Per gestire le condivisioni, basta cliccare sulla sezione Condivisioni all'interno dell'area dove è stato caricato il file.

    Da lì basterà verificare che il file è nella lista delle condivisioni per controllare tutte le informazioni.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se desideri visualizzare l'informazione relativa allo spazio disponibile sul tuo SecureDrive, accedi all'applicazione (Web o Desktop).

    Troverai l'informazione che ti interessa direttamente nella home page.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Richiedi SPID Personale scegliendo tra i seguenti riconoscimenti per l'identificazione:

    • Video (o Online)
    • Firma Digitale
    • Carta Nazionale dei Servizi (CNS)
    • InfoCert Point (Tabaccheria Circuito Mooney - Altri InfoCert Point)
    • Documento Elettronico (NFC)

    Per SPID Professionale vai QUI.

    Per maggiori dettagli consulta la Guida alla Richiesta SPID.

    • Con SPID InfoCert ID Personale puoi gestire tutti gli aspetti legati alla tua vita privata sui principali portali della Pubblica Amministrazione. Durante l'accesso ad un sito della PA con SPID Personale, vieni autenticato come persona fisica e puoi fruire di tutti i servizi disponibili nell'area riservata.

    • Con SPID InfoCert ID Professionale puoi gestire le tue attività lavorative senza legare la tua utenza personale alla burocrazia d'ufficio. Durante l'identificazione su un sito mediante SPID Professionale vengono fornite informazioni aggiuntive, rispetto allo SPID Personale, sulla tua persona fisica, qualificandone un uso professionale, ma nessuna informazione sull'entità giuridica.

    Mostra in una nuova pagina
    9 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Quando il sistema di Posta Elettronica Certificata riceve un messaggio, lo inserisce all'interno della busta di trasporto.

    Questa è firmata digitalmente dal Gestore , riporta la data e l'ora esatta dell'invio (attestazione temporale) e contiene le informazioni principali sulla trasmissione (mittente, destinatari, oggetto). Il messaggio in arrivo sulla tua casella si presenta come file .eml allegato alla busta di trasporto.

    Mostra in una nuova pagina
    2 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • L'Identità Digitale è l'insieme dei dati e delle informazioni o attributi, che definiscono il Titolare.

    L'InfoCert ID è nome del servizio SPID fornito da InfoCert in tema di identità digitale.

    Lo SPID InfoCert ID è rappresentata da un account composto da un set di credenziali (User ID, Password) collegate all'identità digitale del Titolare.

    A queste si aggiunge l'App MyInfoCert per l'autenticazione di Livello 2 ai siti PA

    Le credenziali, così concepite, serviranno ad accedere ai servizi delle Pubblica Amministrazione e ai siti web dei privati che aderiranno al sistema SPID.

    Mostra in una nuova pagina
    8 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Con lo SPID accedi in un click ai servizi online della PA (Agenzia Entrate, Fascicolo Sanitario, INPS, ecc.) e dei privati aderenti, ogni volta che su un Sito o un'app trovi il pulsante "Entra con SPID".

    Con l'accesso a questi Siti il cittadino, può consultare nell'Area Riservata, le informazioni pertinenti al lavoro, la salute o i pagamenti verso lo Stato (es. Green Pass/Certificaz Verde COVID19, Bonus, 730, ecc.).

    Mostra in una nuova pagina
    4 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • InfoCert ha ceduto alla controllata Sixtema ARF il servizio Anagrafe dei Rapporti Finanziari ARF Web.

    I tuoi dati sono stati mantenuti e li troverai a tua disposizione al primo accesso nel nuovo sistema.

    Per maggiori informazioni e per ricevere le credenziali di accesso alla nuova versione del servizio collegati al sito di Sixtema ARF.

    Mostra in una nuova pagina
    2 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Per attivare la Licenza di GoSign PRO, accedi alla seguente pagina del Negozio dove trovi tutte le informazioni che ti occorrono per conoscere le sue funzionalità: https://www.firma.infocert.it/prodotti/gosign-pro.php#.

    Per maggiori info sull'installazione e utilizzo delle Licenze GoSign PRO, consulta questo CONTENUTO.

    Mostra in una nuova pagina
    1 persona ha trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • 1

    Modifica periodicamente la password di accesso alla tua casella, almeno ogni 6 mesi.

    2

    Se dopo aver inviato un messaggio dalla tua casella Legalmail ricevi un messaggio di risposta di mancata accettazione per virus informatici, significa che il messaggio è stato bloccato in quanto pericoloso: la tua stazione di lavoro o il client di posta potrebbero essere compromessi.

    3

    Al manifestarsi di una sospetta anomalia o attività legata ad accessi non autorizzati alla tua casella Legalmail, provvedi subito a cambiare la password, quindi allerta il supporto tecnico di riferimento.

    4

    Utilizza la protezione di un antivirus accertandoti che sia sempre attivo ed aggiornato e non ignorando la presenza di eventuali avvisi di sicurezza inviati.

    5

    Esegui periodicamente una scansione antivirus della tua postazione/dispositivo ed in particolare degli allegati che desideri aprire.

    6

    Se sospetti di aver aperto un allegato non sicuro, esegui una scansione antivirus completa, quindi utilizza, per ulteriore accertamento, un antivirus esterno come i rescue disk che permettono di sfruttare un’unita CD, DVD, USB per esaminare il sistema dall’esterno.

    7

    Accertati che il sistema operativo abbia tutti gli aggiornamenti di sicurezza rilasciati e che siano attivi gli aggiornamenti automatici, in modo da garantire l’applicazione delle correzioni di sicurezza non appena disponibili.

    8

    Evita di cliccare su un link quando punta su destinazioni non note. Posizionando il puntatore del mouse sul link senza eseguire il clic, puoi leggere l’indirizzo contenuto nel link stesso decidere di conseguenza.

    9

    Non aprire allegati e file provenienti da mittenti sconosciuti senza gli opportuni controlli del caso.

    10

    In generale, diffida da comunicazioni che richiedono l’esecuzione di azioni non richieste o che invitano ad inserire credenziali di accesso, o altre informazioni sensibili, all’interno di form online in quanto, con altissima probabilità, si tratta di pagine appositamente predisposte per carpire dati e informazioni sensibili.

    Un consiglio

    Non sottovalutare questi suggerimenti e verifica regolarmente sul sito della Task Force istituita dall'Agenzia per l'Italia Digitale per far fronte ai rischi informatici l’emergere di campagne o attacchi attivando, ove rilevato un caso analogo, le contromisure suggerite. Ulteriori azioni su come contrastare il malware sono disponibili sul Bollettino di Allerta emanato dalla Task Force.

    Mostra in una nuova pagina
    25 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Puoi decidere di associare le informazioni che consentiranno una verifica a lungo termine o LTV (Long Term Validation) nel momento in cui apponi contestualmente una firma ed una marca temporale ad un documento informatico.

    L’operazione è possibile utilizzando l’opzione Aggiungi informazioni per la verifica a lungo termine che GoSign (per i documenti con estensione .pdf) e GoSign PRO (per tutti le tipologie di documenti) mettono a disposizione quando si esegue la firma e la m

    Mostra in una nuova pagina
    1 persona ha trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Gosign Desktop consente la verifica dei documenti marcati temporalmente nei diversi formati (.tsd / .m7m / .tsr).

    1. Accedi a GoSign Desktop e seleziona il riquadro "VERIFICA".
    2. Scegli il file che vuoi controllare o trascinalo all'interno del box di verifica.
    3. Ti viene fornito a schermo la sintesi dell'esito di verifica.

    Un clic sul pulsante "Apri Dettagli", posto a fianco delle informazioni sulla Time Stamping Authority che ha apposto la marcatura temporale, mi permette di ottenere maggiori informazioni sulla marca apposta.

    Mostra in una nuova pagina
    1 persona ha trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Per accedere alla PEC Legalmail vai su https://webmail.infocert.it/legalmail/#/login dopo aver ricevuto l'email di attivazione. Inserisci:

    • la UserID / indirizzo PEC (...@legalmail.it) creato in fase di richiesta
    • la Password TEMPORANEA comunicata a video durante la richiesta. Clicca QUI se smarrita.

    Dopo il 1° accesso, dovrai creare una nuova password ed inserire le informazioni di sicurezza

    Se non riesci ad accedere, utilizza il FORM su https://contatta.infocert.it/recupera-password/ per chiedere una nuova Password.

    Per maggiori informazioni su come impostare le Informazioni di Sicurezza per il recupero delle credenziali della PEC, consulta il TUTORIAL.

    Mostra in una nuova pagina
    24 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Per leggere e scaricare il contratto dell'account SPID InfoCert ID, accedere su SelfCare con le proprie credenziali SPID. Quindi, alla sezione "Contratto" in "Informazioni Personali" è possibile scaricare il file in PDF.

    Mostra in una nuova pagina
    1 persona ha trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • I lettori omologati sono quei dispositivi che, per le loro caratteristiche e prestazioni, risultano essere conformi e aderenti alle specifiche tecniche del software e dei dispositivi di firma (smart card) distribuiti da InfoCert.

    Può accadere che nel corso del tempo le caratteristiche dei dispositivi di firma e/o del software DiKe cambino, vuoi per mutate indicazioni normative o per evoluzione della tecnologia disponibile.

    In questo caso può essere necessario, analogamente a quanto succede per altre componenti hardware, aggiornare la dotazione del proprio personal computer.

    Il rischio che si può correre utilizzando un modello di lettore obsoleto, è quello di non poter portare a compimento il processo di firma. Un lettore non omologato potrebbe non riconoscere il nuovo modello di dispositivo oppure potrebbe non essere riconosciuto dall’applicativo web che permette di firmare un documento online.

    L’elenco dei modelli omologati, i driver e le informazioni per un loro corretto utilizzo sono disponibili sul sito di Firma Digitale.

    Mostra in una nuova pagina
    39 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Puoi controllare la data di scadenza dei certificati presenti a bordo del tuo dispositivo fisico (smart card, Business Key o Wireless Key) utilizzando il software GoSign.

    Collega il dispositivo al PC e una volta avviato il software GoSign seleziona la voce "Elenco Certificati" dal menù CONFIGURA.

    Successivamente, seleziona l'icona a forma d'occhio accanto al certificato di cui ti interessa sapere il periodo di validità. Troverai l'informazione che ti interessa nella sezione Generale.

    Mostra in una nuova pagina
    7 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Accedendo al Self Care, nella sezione dedicata alle "Informazioni personali", sono raggruppate le tue info personali e dell’account InfoCert ID, oltre ai dati di registrazione e di contatto. In "I tuoi dati" si trovano le principali info di registrazione, inclusa la “Tipologia identità” che può essere “SPID – Persona Fisica” o “SPID – Uso Professionale”.

    Mostra in una nuova pagina
    5 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Per modificare i tuoi dati relativi all'Account Negozio InfoCert, accedi con le tue credenziali all'Area Clienti Negozio.

    Seleziona in alto il menù "ACCOUNT", quindi interagisci con il pulsante "MODIFICA" posto nel box "Dati di Contatto".

    In questa schermata puoi vedere quali sono i dati che puoi modificare o meno. Una volta effettuate le modifiche del caso, clicca su "SALVA" per aggiornare le tue informazioni.

    Mostra in una nuova pagina
    4 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • E' possibile impostare dei FILTRI sulla casella Legalmail per:

    • inoltrare le email su un'altra casella postale (PEC o ordinaria)
    • trasferire i contenuti in altre cartelle specifiche;
    • copiare i messaggi in una cartella definita;

    Per farlo, seleziona sulla barra posta in alto a destra l'icona "Impostazioni webmail" (ruota di ingranaggio), quindi la voce "Filtri".

    Se ti interessa il "Filtro Spam", vai QUI.

    Per maggiori informazioni, consulta il nuovo Manuale Utente Webmail alla sezione "Creazione di un nuovo filtro".

    Mostra in una nuova pagina
    2 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Per configurare il tuo Profilo Elettronico :

    • clicca sull'icona dell’ingranaggio collocata sulla barra nera in alto a destra della home page;
    • seleziona Profilo Elettronico dal menu a tendina;
    • inserisci le informazioni richieste.

    Per maggiori dettagli consulta la Guida alla configurazione di Legalinvoice START e Legalinvoice GO!.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Di seguito vengono raccolte le problematiche più ricorrenti che rispondono alla domanda: "NON RIESCO AD ACCEDERE ALLA PEC LEGALMAIL" e le possibili soluzioni...

    • Hai completato da poco la richiesta della PEC senza utilizzare la Firma Digitale per sottoscrivere il contratto? E' necessario attendere la verifica della documentazione. Non appena sarà pronta riceverai un'email e potrai eseguire il 1° accesso.

    • Hai ricevuto la notifica di attivazione via mail ma hai dimenticato la Password di 1° accesso? E' necessario compilare il FORM per richiedere la password perchè non hai le "Informazioni di Sicurezza" necessarie per recuperare la password in autonomia.

    • Hai la PEC attiva ma hai dimenticato la password del tuo account Legalmail? Devi usare la funzione Recupero PW "Non riesco ad accedere" su webmail (oppure contattare il Call Center se, dopo 3 tentativi infruttuosi, visualizzi il messaggio "Account bloccato").

    • Hai la Password del tuo account Legalmail scaduta? Nel momento in cui provi ad accedere alla PEC su webmail ti verrà richiesto di inserirne una nuova.

    • Hai la PEC scaduta/annullata/revocata? Devi fare il rinnovo della casella Legalmail sul Negozio InfoCert.

    • Non hai più il Cellulare E l'email inserita nella fase di richiesta PEC per procedere con una delle 2 modalità di recupero Password? E' necessario compilare il FORM per richiedere la password.

    Mostra in una nuova pagina
    3 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Una volta compilato, puoi scegliere se:

    • firmarlo digitalmente e spedirlo utilizzando il link che ti verrà messo a disposizione sulla pagina del Form.
    • firmarlo con firma autografa, aggiungere una copia fronte/retro del documento di identità e spedirlo utilizzando il link che ti verrà messo a disposizione sulla pagina del Form.

    Normalmente, occorrono circa 3 giorni lavorativi dal ricevimento del Form per evadere la richiesta.

    Mostra in una nuova pagina
    182 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • La Firma Digitale è l'equivalente informatico di una tradizionale firma apposta su carta.

    La sua funzione è di attestare la validità, veridicità e paternità di un documento, come una lettera, un atto o, in generale, qualunque file di dati (testo, immagini, musica, ecc.). Come tale, non va confusa con altri oggetti omofoni definiti genericamente "elettronici", come ad es. la firma autografa.

    Vedi le tipologie QUI

    La Firma Digitale è infatti il risultato di una procedura informatica basata su un sistema di codifica crittografica a chiavi asimmetriche (una pubblica e una privata), che consente:

    • la sottoscrizione di un documento informatico;
    • la verifica, da parte dei destinatari, dell'identità del soggetto firmatario;
    • la sicurezza della provenienza del documento;
    • la certezza che l'informazione contenuta nel documento non sia stata alterata.

    Mostra in una nuova pagina
    4 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Identità Digitale e SPID, anche se spesso vengono utilizzati come sinonimi, NON SONO esattamente la stessa cosa.

    Qui trovi le istruzioni per richiedere il tuo account SPID.

    • L'Identità Digitale è l'insieme dei dati e delle informazioni, o attributi, che definiscono il Titolare.

    Alcuni di questi attributi sono obbligatori (come quelli identificativi: nome, cognome, ecc.) altri sono facoltativi. Tutti concorrono a rendere il Titolare identificabile nel momento in cui accede ai servizi erogati on-line da una Pubblica Amministrazione.

    • SPID è il Sistema Pubblico per 'Identità Digitale, ovvero il nuovo sistema di gestione degli accessi in rete che permette ai cittadini e alle imprese di accreditarsi a tutti i servizi erogati on-line dalla Pubblica Amministrazione attraverso l'uso di credenziali aventi caratteristiche proporzionate al livello di sicurezza richiesto per l’accesso.

    L'elemento scambiato tra la Pubblica Amministrazione (che permette ai suoi utenti di accedere ai servizi on-line) e gli Utenti (che desiderano autenticarsi ed essere autorizzati ad interagire con i servizi disponibili on-line) è proprio l'Identità Digitale.

    Mostra in una nuova pagina
    18 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Puoi acquistare il lettore di smart card sul Negozio InfoCert, selezionando l’articolo Lettore Smart Card USB.

    Se intendi acquistare il lettore tramite un tuo rivenditore di fiducia, controlla che si tratti di un dispositivo USB omologato da InfoCert.

    I driver dei lettori e le informazioni per un loro corretto utilizzo sono disponibili sul sito di Firma Digitale.

    Mostra in una nuova pagina
    62 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Per vedere il numero di licenza di GoSign ti basta riprendere l'email di acquisto del Servizio.

    Altrimenti, accedi all'Area Clienti del Negozio con l'account utilizzato per acquistare GoSign. Quindi, fai clic sul menù "PRODOTTI" posto accanto all'icona del carrello e seleziona la voce "Firma Digitale". A questo punto, porta il cursore sull'icona della "i" (cd informazioni) e nel "Dettaglio prodotto" alla voce Username Servizio trovi il numero di licenza del servizio.

    Mostra in una nuova pagina
    2 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Puoi esercitare il tuo Diritto di Recesso per un bene/servizio acquistato da InfoCert utilizzando l'apposito FORM che ti mettiamo a disposizione, selezionando nel menù a tendina la voce del servizio per il quale intendi richiedere il rimborso.

    In accordo con la vigente normativa, InfoCert informa espressamente il Cliente che qualora il servizio venga acquistato per scopi non riferibili all'attività commerciale o professionale eventualmente svolta, Il Cliente ha il diritto di recedere dal contratto entro il termine di 14 giorni a decorrere dalla data di conclusione del contratto.

    Se il servizio viene attivato prima della scadenza dei 14 giorni su richiesta del Cliente, il diritto di recesso non può essere esercitato.

    Se il diritto di recesso viene esercitato per il servizio di firma digitale e coinvolge l'emissione di certificati digitali, la richiesta deve essere accompagnata da:

    • la Richiesta di Revoca;
    • la restituzione dei dispositivi fisici (Smart Card e lettori, Business Key, Wireless Key) eventualmente consegnati al Cliente che devono essere restituiti ad InfoCert S.p.A. – Ufficio Firma Digitale – Piazza Da Porto, 3 – 35131 Padova entro 14 giorni dalla spedizione della comunicazione.

    Le richieste saranno verificate dall'Amministrazione Clienti che, laddove esistano le condizioni, provvederà al rimborso riconosciuto entro 14 giorni dalla data in cui è venuta a conoscenza dell'esercizio del diritto di recesso da parte del Cliente, compresi i costi di consegna ( ad eccezione dei costi supplementari derivanti dalla eventuale scelta di un tipo di consegna diverso dal tipo meno costoso di consegna standard offerto da InfoCert). Gli importi saranno accreditati utilizzando la stessa modalità scelta dal Cliente per il pagamento.

    InfoCert potrà trattenere il rimborso finché non abbia ricevuto il prodotto integro oppure finché il Cliente non abbia dimostrato di aver rispedito i beni, a seconda di quale situazione si verifichi per prima.

    Mostra in una nuova pagina
    4 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Dopo aver eseguito l'accesso, devi indicare a Legalmail HUB quali siano le caselle certificate che vuoi presidiare.

    Nel pannello di controllo di Legalmail HUB è presente il pulsante Aggiungi che permette di inserire l’indirizzo completo della casella certificata che si desidera presidiare, la User ID e la password. Il pannello permette l'inserimento di altre informazioni non obbligatorie.

    Al termine di questa attività, la casella certificata risulta presente ed attiva nel pannello di controllo di Legalmail HUB e potrai iniziare a consultare i messaggi ricevuti.

    Mostra in una nuova pagina
    8 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Puoi accedere al test finale solo dopo aver completato tutti i capitoli che compongono il contenuto informativo del corso.

    Quando un capitolo è completato, l'icona Play sulla barra di scorrimento delle informazioni diventa verde. In caso contrario sarà di colore giallo, che indica la fruizione parziale del materiale.

    Verifica che tutte le icone siano di colore verde.

    Mostra in una nuova pagina
    1 persona ha trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se hai smarrito o dimenticato la password di accesso ad un servizio InfoCert:

    • Consulta i tutorial disponibili su questo sito e segui le istruzioni fornite per recuperarla.

    Se non hai mai inserito le Informazioni di sicurezza :

    • è il tuo primo accesso al servizio InfoCert (Legalmail, Legalinvoice, ecc.) ?
    • le hai bloccate fornendo per 3 (tre) volte una risposta errata alla Domanda Segreta ?

    Puoi recuperare la password tenendo conto della modalità di acquisto del servizio:

    1. ho acquistato il servizio InfoCert sul Negozio;
    2. ho acquistato il servizio InfoCert presso un Rivenditore Autorizzato InfoCert.

    Mostra in una nuova pagina
    2161 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se desideri rintracciare il reale mittente del messaggio di posta devi procedere con la visualizzazione degli header del messaggio. Nel caso tu stia accedendo alla casella Legalmail con Outlook 2016:

    • apri il messaggio di cui vuoi verificare la provenienza
    • scegli nella barra dei menu l’opzione File, posta in alto a sinistra
    • restando nella pagina Informazioni seleziona la funzione Proprietà

    Si aprirà una finestra e alla sezione Intestazioni Internet trovi gli header.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Sebbene le imprese in regime forfettario e in regime di vantaggio siano esonerate dall'obbligo di trasmettere le fatture elettroniche ai loro clienti tramite il SdI, nulla vieta loro di adottare comunque questa modalità.

    Al contrario, le fatture di acquisto ricevute da fornitori non rientranti nei suddetti regimi,dovranno essere trasmesse da questi ultimi come fatture elettroniche tramite il SdI.

    Il fornitore metterà a disposizione una copia della fattura elettronica in formato analogico. Nella sezione delle informazioni anagrafiche del file della fattura elettronica dovrà essere inserito il Codice Destinatario convenzionale 0000000.

    Mostra in una nuova pagina
    49 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • L' art. 1 terzo comma del Decreto Legislativo 5 agosto 2015 n. 127, così come modificato dall’art. 1 comma 909 della legge 27 dicembre 2017 n. 205, stabilisce che:

    "Le fatture elettroniche emesse nei confronti dei consumatori finali sono rese disponibili a questi ultimi dall’Agenzia delle Entrate nel Cassetto Fiscale del consumatore; una copia della fattura elettronica in formato analogico sarà messa a disposizione direttamente da chi emette la fattura. Nella sezione delle informazioni anagrafiche del file della fattura elettronica dovrà essere inserito il codice destinatario convenzionale 0000000."

    Mostra in una nuova pagina
    8 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Si tratta di quattro possibili valori ammessi dalle Linee Guida:

    a) creazione tramite l’utilizzo di strumenti software che assicurino la produzione di documenti nei formati previsti nell’Allegato 2 delle Linee Guida;

    b) acquisizione di un documento informatico per via telematica o su supporto informatico, acquisizione della copia per immagine su supporto informatico di un documento analogico, acquisizione della copia informatica di un documento analogico;

    c) memorizzazione su supporto informatico in formato digitale delle informazioni risultanti da transazioni o processi informatici o dalla presentazione telematica di dati attraverso moduli o formulari resi disponibili all’utente;

    d) generazione o raggruppamento anche in via automatica di un insieme di dati o registrazioni, provenienti da una o più banche dati, anche appartenenti a più soggetti interoperanti, secondo una struttura logica predeterminata e memorizzata in forma statica.

    Per es. le fatture elettroniche possono essere formate in modalità 'a' o 'c', mentre se si tratta di scansioni di fatture cartacee in modalità 'b'. I registri contabili e il LUL tipicamente sono formati in modalità 'd'.

    Il metadato può essere popolato con solo la lettera 'a', 'b', 'c' o 'd' oppure con la dicitura per esteso 'creazione tramite l’utilizzo di strumenti software che assicurino....'.

    Mostra in una nuova pagina
    2 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • La Carta Nazionale dei Servizi (o CNS) è un dispositivo digitale (smart card, Business Key o Wireless Key) che contiene un certificato di autenticazione il cui Ente Emettitore è rappresentato da una Pubblica Amministrazione.

    Assicurando l'autenticità delle informazioni, la CNS consente al cittadino la fruizione dei servizi in rete erogati dalla Pubblica Amministrazione.

    Mostra in una nuova pagina
    25 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Per accedere all'App devi inserire: l'indirizzo PEC per esteso (es. nomepec@legalmail.it) e la Password.

    In caso di difficoltà, effettua l'accesso via Webmail ed assicurati che i dati siano corretti, oppure recupera la password come spiegato nel TUTORIAL.

    Per maggiori informazioni, consulta i contenuti del Sito di Assistenza.

    Mostra in una nuova pagina
    3 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se non hai modificato la password di accesso alla tua casella Legalmail negli ultimi 12 mesi, sei stato oggetto della campagna di sicurezza Password Scaduta.

    Questo significa che hai ricevuto una comunicazione da parte di InfoCert nella quale ti veniva chiesto di modificarla.

    Vedi operazione di cambio password per farlo subito.

    • Se non hai letto per tempo la comunicazione e la tua password è scaduta puoi accedere alla casella via Webmail e inserire regolarmente il tuo indirizzo Legalmail (o la tua User ID) e la password nei rispettivi campi della pagina di accesso a Legalmail. Il sistema si accorgerà che la password è scaduta e ti proporrà un form per reimpostarla.

    • Se la tua password è scaduta ma non la ricordi puoi recuperarla a patto di aver inserito in precedenza le informazioni di sicurezza.

    • Se la tua password è scaduta, non la ricordi e non hai inserito in precedenza le informazioni di sicurezza, puoi ancora recuperarla anche se ci vorrà un po' più di tempo.

    Mostra in una nuova pagina
    7 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • I Documenti Elettronici (CIE e Passaporto Elettronico) sono caratterizzati dalla presenza di un microchip contactless (senza contatto) integrato nel documento che permette la verifica dell’identità del titolare e l’accesso ai servizi online di pubbliche amministrazioni (PA) e imprese.

    All’interno del microchip sono memorizzati in maniera sicura i dati personali e biometrici del titolare (foto e impronte digitali), insieme alle informazioni che ne consentono l’identificazione online.

    Tali dati, ad eccezione delle impronte digitali, possono essere letti su un computer a cui è collegato un lettore di smartcard contactless o con uno smartphone che supporta la lettura NFC (Near Field Communication).

    Mostra in una nuova pagina
    12 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • I nuovi standard di sicurezza previsti da AgID richiedono una verifica dei parametri di configurazione per evitare problemi di accesso alla casella Legalmail tramite il client di posta.

    L'invito è quello di aggiornare il client di posta ad una versione più recente secondo le indicazioni riportate in tabella e tenendo conto che è fortemente raccomandato applicare fix e patch del Sistema Operativo in materia TLS 1.2.

    Nel corso delle operazioni di controllo della configurazione del client, verifica anche le informazioni che definiscono il server di cui occorre indicare nome, porta e metodo di crittografia richiesto:

    • posta in entrata > mbox.cert.legalmail.it porte 993 (IMAP4s) oppure 995 (POP3s)
    • posta in uscita > sendm.cert.legalmail.it porte 25 (SMTPs) oppure 465 (SMTPs)

    Infine, è sempre possibile accedere alla propria casella PEC tramite Webmail.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Utilizza la funzione di Recupero Password presente nella pagina InfoCert GoSign Web, cliccando su "Non riesci ad accedere?".

    Puoi vedere come si fa nel seguente TUTORIAL.

    Se l'operazione non dovesse riuscire o non hai le informazioni di sicurezza, puoi richiedere una nuova password compilando il FORM.

    Mostra in una nuova pagina
    1 persona ha trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se non attivi la funzione di recupero fai sì che i tuoi documenti risultino sempre cifrati, anche per InfoCert.

    Questa scelta ti garantisce che nessuno potrà accedere all'area SecureVault.

    Ricorda però di non smarrire il codice di cifratura: se lo perdi, infatti, non potrai più visualizzare le informazioni cifrate.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Dopo aver selezionato il comando Inserisci Fattura e proseguito con un clic sul pulsante Compila, avrai a disposizione le funzioni che consentono l'inserimento della fattura.

    Il campo Descrizione, deputato a raccogliere la descrizione della natura e della qualità dell'oggetto della cessione/prestazione in favore della PA, si trova all'interno della sezione Righe Fattura. E' un campo obbligatorio con una lunghezza massima, stabilita dalle specifiche tecniche ministeriali, di 100 caratteri. La descrizione fornita al suo interno riguarda la singola riga della fattura.

    Qualora si rendesse necessario aggiungere ulteriori informazioni sulla fattura, si può ricorrere al campo Causale, presente nel gruppo di valori relativi alla fattura disponibili nella sezione Testata. Il campo Causale, che è facoltativo, ha una lunghezza massima di 200 caratteri.

    Mostra in una nuova pagina
    5 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • E' un certificato presente all'interno di un dispositivo di firma (smart card o token USB), rilasciato dal Qualified Trust Service Provider (ente Certificatore).

    Al suo interno si trova un insieme di informazioni atte a definire la corrispondenza tra il nome del soggetto certificato e la sua chiave pubblica.

    Nel certificato compaiono altre informazioni tra cui il Certificatore che lo ha emesso, il periodo di tempo in cui il certificato può essere utilizzato, un indirizzo di posta che diventa, di fatto, un dato certificato, ecc.

    Lo scopo di questo certificato è quello di permettere l'accesso sicuro (strong authentication) ai siti web al posto di user/password. Inoltre, il certificato di autenticazione consente di firmare i messaggi di posta elettronica fornendo garanzia dell'identità del mittente. Poiché l'indirizzo di posta elettronica è associato in modo univoco al certificato, questo potrà essere usato per firmare esclusivamente i messaggi inviati con quell'indirizzo.

    Mostra in una nuova pagina
    16 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se i servizi di posta certificata sono stati integrati nei sistemi aziendali, potrebbe accadere che la tua applicazione abbia problemi di connessione ai server Legalmail (mbox.cert.legalmail.it e sendm.cert.legalmail.it) e che non riesca a verificare la catena di certificazione del nuovo certificato SSL, che ha sostituito il precedente in scadenza.

    Verifica con il personale addetto alla manutenzione dei sistemi aziendali che sia stata aggiornata la catena di certificazione:

    GlobalSign Root R3 (https://valid.r3.roots.globalsign.com/) >> GlobalSign RSA OV CA – 2018 >> *.cert.legalmail.it

    La necessità di utilizzare tutti o solo alcuni dei certificati della catena dipende dall’applicazione utilizzata in azienda.

    Per maggiori informazioni sono disponibili le seguenti guide sul sito Globalsign:

    Mostra in una nuova pagina
    1 persona ha trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Mentre il riferimento temporale è l'informazione, contenente la data e l'ora, che viene associata ad uno o più documenti informatici, la marca temporale è l'evidenza informatica che consente di rendere opponibile a terzi un riferimento temporale.

    Del primo è responsabile il proprietario del documento, la seconda consiste in una vera e propria firma digitale, applicata da un ente Certificatore secondo le disposizioni delle regole tecniche, ed è efficace in ogni situazione in cui un documento deve avere una data certa.

    Mostra in una nuova pagina
    5 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Sì, certamente. La fattura in formato .xml generata dall’importazione di un file .pdf può essere integrata come se fosse stata inserita manualmente. Di conseguenza è possibile aggiungere allegati o inserire informazioni aggiuntive come il Codice Destinatario o l'indirizzo PEC.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • L'iPA (indice delle Pubbliche Amministrazioni) è l'anagrafica di riferimento per la fatturazione elettronica, ed è l'indice cui il Sistema di Interscambio fa riferimento per le funzioni di indirizzamento delle fatture elettroniche agli uffici centrali e periferici delle Pubbliche Amministrazioni deputati al ricevimento delle fatture elettroniche.

    Tutte le PA sono tenute a comunicare ai propri fornitori con contratti in corso le informazioni necessarie per l'automazione del processo di gestione della fattura indicando anche la data di partenza del servizio (in base a quanto disposto all'art. 6 c. 1 del DM n. 55 del 3 aprile 2013).

    Nel caso non si sia ricevuta tale comunicazione, nelle Specifiche Operative per l'identificazione univoca degli uffici di fatturazione, emesso da AgID, si consente l'utilizzo del codice ufficio generale (denominato "Uff_eFatturaPA") che è stato generato in automatico al momento dell'accreditamento dell'Amministrazione all'interno dell'iPA:

    "l'Ufficio di fatturazione elettronica "Centrale" potrà essere utilizzato dagli operatori economici e dai loro intermediari per l'invio della fattura elettronica all'Amministrazione solo ed esclusivamente nel caso in cui non abbia ricevuto la comunicazione del codice ufficio destinatario di fattura elettronica da parte dell'amministrazione e, pur avendo riscontrato la presenza dell'amministrazione sull'iPA non sia in grado di individuare in modo univoco, sulla base dei dati contrattuali in proprio possesso, l'Ufficio destinatario della fattura".

    Mostra in una nuova pagina
    15 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Le Regole Tecniche in materia di conservazione, elencano in modo specifico i formati documentali da adottare per la conservazione a lungo termine dei documenti, ovvero le modalità di organizzazione delle informazioni..

    In conformità a quanto previsto dalla Regole Tecniche, InfoCert consentirà l’invio in conservazione di documenti che si presentino in uno dei seguenti formati:

    • documenti pdf (pdf – pdf.p7m -pdf.tsd – pdf.p7m.tsd)
    • documenti xml (xml – xml.p7m – xml.tsd – xml.p7m.tsd)

    ovvero in uno degli ulteriori formati: bmpgifjpgtifftxt

    Mostra in una nuova pagina
    2 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Per configurare il tuo Profilo Utente:

    • clicca sull'icona dell’ingranaggio collocata sulla barra nera in alto a destra della home page;
    • seleziona Profilo Utente dal menu a tendina;
    • inserisci le informazioni richieste.

    Per maggiori dettagli consulta la Guida alla configurazione di Legalinvoice START / GO!.

    Mostra in una nuova pagina
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se hai inviato un messaggio dalla tua casella Legalmail ad un'altra casella ugualmente certificata, verifica ti sia stata recapitata la ricevuta di Consegna.

    All'interno troverai, sempre, i dati di certificazione accompagnati da ulteriori informazioni in base alla tipologia di ricevuta di Consegna che hai chiesto di ricevere dal tuo sistema di posta. La ricevuta di consegna è firmata dal gestore di Posta Elettronica Certificata del destinatario e attesta il momento in cui il messaggio è stato inserito nella casella di Posta Elettronica Certificata di quest'ultimo. E' un documento opponibile a terzi ed è documento idoneo a dimostrare, fino a prova contraria, che il messaggio informatico è stato, in una certa data e ora, spedito e pervenuto nella casella di posta elettronica del destinatario. Questo è quanto stabilito nell'ordinanza n. 4789/2018 della Suprema Corte di Cassazione.

    Se la ricevuta risultasse smarrita, sia il sistema di Posta Elettronica Certificata InfoCert che quello del destinatario possono comunque fornire le tracce del passaggio del messaggio da una casella di posta all'altra sotto forma di log. Anche questo documento è opponibili a terzi ma occorre tenere presente che, in base alla normativa, i gestori di Posta Certificata conservano i log per un periodo di 30 mesi.

    Le stesse considerazioni valgono, inalterate, quando sei tu a ricevere un messaggio PEC: se trovi un messaggio di posta certificata nella tua casella Legalmail, lo hai ricevuto.

    Mostra in una nuova pagina
    1 persona ha trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Se l'esecuzione dell'attività di riconoscimento SPID presso un Tabaccaio Mooney (ex SisalPay|Banca5) non è andato a buon fine (es. per documenti illeggibili o mancanti) è possibile chiedere il rimborso dell'importo pagato attraverso la compilazione del FORM.

    Per attivare lo SPID e usare la stessa mail, è necessario quindi eseguire una nuova richiesta indicando - dopo la modalità di riconoscimento (FD, CNS, InfoCert Point, ecc.) - l'opzione "Ho già un account InfoCert".

    Ti verranno chieste alcune informazioni:

    • Numero Fattura: il numero della fattura stampato sulla ricevuta rilasciata dall'esercente (vedi la figura);
    • Intestatario C/C: l'intestatario del conto corrente su cui InfoCert effettuerà il pagamento del rimborso;
    • IBAN (27 cifre): il codice IBAN del conto corrente su cui InfoCert effettuerà il pagamento del rimborso;
    • Importo: l'importo di cui si chiede il rimborso (vedi la figura);
    • Riferimento email: l'indirizzo email (non PEC), dove saranno indirizzate le successive comunicazioni sullo stato della pratica;
    • Nome utente SPID: la User ID scelta per il servizio InfoCert ID così da consentirne la cancellazione;
    • Codice Fiscale: il Codice Fiscale sul quale è stato attivato il servizio InfoCert ID e sul quale è stata emessa la fattura.

    Mostra in una nuova pagina
    6 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Le informazioni qui riportate valgono per qualsiasi servizio InfoCert che prevede la ricezione di un SMS per l'OTP.

    Di seguito, alcune delle cause riconducibili alla mancata ricezione dell'OTP via SMS:

    • l'orario del Cell deve essere impostato su "Automatico";
    • riavviare il Cell in modo da riconnettersi alla rete dell'operatore;
    • il sistema operativo del Cell deve essere aggiornato all'ultima versione disponibile;
    • verificare di avere una copertura di rete sufficiente;
    • (vedi sotto)

    • controllare che il Cell e/o la SIM abbia sufficiente spazio libero;

    • controllare eventuali impostazioni / applicazioni che facciano da filtro o blocco di SPAM:

      • su Android -> Messaggi - tre puntini (...) - impostazioni - blocca numeri / protezione antispam
      • su iOS -> Impostazioni > Messaggi > filtra utenti sconosciuti
      • per entrambi: da disattivare eventuali App installate dal cliente che blocchino / segnalino sms / chiamate indesiderate
    • provare a inserire la SIM su un altro Cell e verificare se il messaggio viene consegnato;

    • verificare eventuali filtri lato operatore (alcuni operatori bloccano la ricezione di SMS a pagamento delle banche o di servizi tipo quiz, oroscopo e suonerie, quindi esiste la possibilità che in passato si possa aver chiesto di farsi attivare tali blocchi dall'operatore e che per questo vengano bloccati anche gli SMS di InfoCert);

    • controllare che ci sia sufficiente credito sulla SIM, nel caso fosse ricaricabile (alcuni operatori telefonici non consentono la ricezione di SMS in mancanza di credito).

    • verificare se di recente è stato cambiato operatore telefonico (se si è cambiato operatore telefonico di recente, è normale riscontrare disservizi nella ricezione degli SMS - a volte anche dopo 1 mese dal cambio - perché i gestori di telefonia devono aggiornare le tabelle di portabilità);

    • verificare se il Cell ha il Roaming "attivo" e in quel caso disattivarlo;

    ESTERO

    • Se ci si trova all’ESTERO con numero italiano, verificare che:
      • il roaming sia attivato
      • sia abilitato nel piano tariffario il servizio di ricezione SMS all'estero (si può chiedere di fare una prova di invio SMS, che non sia Whatsapp o iMessage, da un amico/familiare in Italia)
      • in ogni caso, la consegna verso un numero in Roaming fuori dal proprio paese non è garantita dal nostro provider di consegna degli SMS

    Laddove possibile è consigliato scaricare l'App MyInfoCert piuttosto che attendere la ricezione dell'SMS.

    Mostra in una nuova pagina
    10 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Nel ruolo di soggetto Erogatore sei tenuto a conservare per venti anni copia del documento di riconoscimento, come previsto dall'art. 57 del DPCM 22 febbraio 2013, Regole tecniche in materia di generazione, apposizione e verifica delle firme elettroniche avanzate, qualificate e digitali, garantendone disponibilità, integrità, leggibilità e autenticità.

    Per quanto riguarda la modalità di conservazione dei documenti di riconoscimento ammissibili, il Decreto non entra nel dettaglio.

    Considerato il lungo arco temporale previsto dalla normativa, ti consigliamo di far ricorso al sistema di conservazione digitale che già utilizzi per trattare le altre tipologie documentali. Qualora non ne fossi provvisto, puoi cercare qui le informazioni che ti occorrono per scegliere la soluzione InfoCert più adatta alle tue esigenze.

    Mostra in una nuova pagina
    9 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • L'NSO (Nodo Smistamento Ordini) riceve l'ordine da parte della Pubblica Amministrazione del SSN (Servizio Sanitario Nazionale, cliente) e lo consegna al destinatario (il fornitore).

    L’informazione sul punto di consegna dell’Ordine viene chiamato dalle specifiche tecniche "Identificativo del Destinatario”.

    L’Identificativo del Destinatario (il fornitore) presente nel file dell'ordine può essere di diversi tipi:

    • una PEC (indirizzo di posta elettronica certificata);
    • un codice di 6 caratteri corrispondente al codice univoco d'ufficio della Pubblica Amministrazione (se il destinatario è una Pubblica Amministrazione);
    • un codice di 8 caratteri attribuito al fornitore dal Sistema di Interscambio (SdI);
    • un codice attribuito da un intermediario con accreditamento PEPPOL (Pan-European Public Procurement On-Line).

    InfoCert NON FORNISCE il codice NSO, la PEC è in alternativa al codice.

    Mostra in una nuova pagina
    5 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • Certo, puoi accedere collegandoti al portale Legalmail utilizzando la User ID (o l'indirizzo completo della casella) e la password.

    L'accesso via Webmail non richiede alcuna configurazione. Per un miglior utilizzo, comunque, ti consigliamo di verificare che il browser presente sulla tua postazione sia recente, soprattutto se pensi di avvalerti delle funzioni di firma e di crittografia dei messaggi.

    Le caselle Legalmail acquistate sul Negozio InfoCert vengono attivate con la password provvisoria che ti è stata comunicata a schermo durante il processo di registrazione. Una volta utilizzata per effettuare il primo accesso alla casella PEC, dovrai modificare la password su Webmail.

    Per concludere, verifica le impostazioni standard della casella: attraverso le funzioni Account e Impostazioni webmail avrai la possibilità di inserire le Informazioni di Sicurezza necessarie per recuperare la casella Legalmail se blocchi la password.

    Mostra in una nuova pagina
    22 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?
  • NUOVO CLIENTE:

    Se sei un nuovo Cliente e ti sei appena registrato, seleziona la funzione Account all'interno della pagina di accoglienza. Troverai i dati appena inseriti (l'indirizzo email che coincide con la tua user di accesso) e poco sotto una sezione dedicata ai Dati di Fatturazione. Il Negozio suggerisce che non esiste alcuna anagrafica; con un clic su Aggiungi una nuova anagrafica di fatturazione potrai inserire i dati richiesti facendo attenzione alla loro correttezza. Il rischio è quello di ricevere una fattura contenente dati errati. Qualora l'indirizzo di spedizione fosse diverso da quello di fatturazione puoi provvedere ad aggiornare anche l'area Dati di Spedizione.

    SEI GIA' CLIENTE INFOCERT:

    Se sei già un Cliente InfoCert, in occasione del primo ordine utile ti verrà chiesto di arricchire i Dati di Fatturazione con quelli eventualmente mancanti ovvero avrai la possibilità di modificarli se sono variati. In ogni caso, accedi all'Area Clienti con le credenziali di accesso al Negozio InfoCert (indirizzo email e password). Seleziona la funzione Account e poi, all'interno della pagina, individua la sezione dedicata ai Dati di Fatturazione e procedi con un clic sul pulsante Modifica. Ti troverai nella pagina dedicata alla modifica dei dati di fatturazione: correggi o integra quanto necessario facendo attenzione alla loro correttezza. Il rischio è quello di ricevere una fattura contenente dati errati. Qualora l'indirizzo di spedizione fosse cambiato puoi provvedere ad aggiornarlo ricorrendo all'area Dati di Spedizione.

    Per maggiori dettagli sui dati richiesti, consulta la FAQ Di quali informazioni ha bisogno InfoCert per inviarmi la fattura elettronica.

    Mostra in una nuova pagina
    9 persone hanno trovato utile questo contenuto
    Hai trovato utile questo contenuto?