SPECIFICA IL TUO AMBITO LAVORATIVO

Privato

Libero professionista

Azienda

Pubblica Amministrazione

Associazione di Categoria

Home > FAQ

10 regole e un consiglio per aumentare la sicurezza della casella Legalmail

1

Modifica periodicamente la password di accesso alla tua casella, almeno ogni 6 mesi.

2

Se dopo aver inviato un messaggio dalla tua casella Legalmail ricevi un messaggio di risposta di mancata accettazione per virus informatici, significa che il messaggio è stato bloccato in quanto pericoloso: la tua stazione di lavoro o il client di posta potrebbero essere compromessi.

3

Al manifestarsi di una sospetta anomalia o attività legata ad accessi non autorizzati alla tua casella Legalmail, provvedi subito a cambiare la password, quindi allerta il supporto tecnico di riferimento.

4

Utilizza la protezione di un antivirus accertandoti che sia sempre attivo ed aggiornato e non ignorando la presenza di eventuali avvisi di sicurezza inviati.

5

Esegui periodicamente una scansione antivirus della tua postazione/dispositivo ed in particolare degli allegati che desideri aprire.

6

Se sospetti di aver aperto un allegato non sicuro, esegui una scansione antivirus completa, quindi utilizza, per ulteriore accertamento, un antivirus esterno come i rescue disk che permettono di sfruttare un’unita CD, DVD, USB per esaminare il sistema dall’esterno.

7

Accertati che il sistema operativo abbia tutti gli aggiornamenti di sicurezza rilasciati e che siano attivi gli aggiornamenti automatici, in modo da garantire l’applicazione delle correzioni di sicurezza non appena disponibili.

8

Evita di cliccare su un link quando punta su destinazioni non note. Posizionando il puntatore del mouse sul link senza eseguire il clic, puoi leggere l’indirizzo contenuto nel link stesso decidere di conseguenza.

9

Non aprire allegati e file provenienti da mittenti sconosciuti senza gli opportuni controlli del caso.

10

In generale, diffida da comunicazioni che richiedono l’esecuzione di azioni non richieste o che invitano ad inserire credenziali di accesso, o altre informazioni sensibili, all’interno di form online in quanto, con altissima probabilità, si tratta di pagine appositamente predisposte per carpire dati e informazioni sensibili.

Un consiglio

Non sottovalutare questi suggerimenti e verifica regolarmente sul sito della Task Force istituita dall'Agenzia per l'Italia Digitale per far fronte ai rischi informatici l’emergere di campagne o attacchi attivando, ove rilevato un caso analogo, le contromisure suggerite. Ulteriori azioni su come contrastare il malware sono disponibili sul Bollettino di Allerta emanato dalla Task Force.

10 persone hanno trovato utile questo contenuto
Hai trovato utile questo contenuto?