Verso quali Pubbliche Amministrazioni (PA) si deve emettere una fattura in formato elettronico?

L’obbligo riguarda tutte le pubbliche Amministrazioni e l’elenco completo è disponibile sul sito dell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA) che costituisce l’archivio ufficiale contenente i riferimenti degli Enti Pubblici.

In particolare sono disponibili i codici identificativi degli Uffici destinatari di Fattura elettronica e la data di attivazione del servizio.

I dati presenti nell’IPA possono essere consultati tramite:

  • l’interfaccia web del sito IPA;
  • i dataset conformi allo standard Open Data pubblicati sul sito IPA. Gli Open Data sono tipologie di dati liberamente accessibili a tutti, senza restrizioni di copyright, brevetti o altre forme di controllo che ne limitino la riproduzione.

In base a quanto indicato negli allegati C e D del DM n. 55 del 3 aprile 2013, le Amministrazioni sono comunque tenute a comunicare ai fornitori il Codice Univoco dell’Ufficio destinatario di fattura elettronica e la data a partire dalla quale il relativo servizio di fatturazione elettronica è operativo per la ricezione della fattura.

Si evidenzia infine che nelle “SPECIFICHE OPERATIVE PER L’IDENTIFICAZIONE UNIVOCA DEGLI UFFICI CENTRALI E PERIFERICI, DELLE AMMINISTRAZIONI, DESTINATARI DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA” emesso da AGID si riporta:
per ciascun fornitore le Amministrazioni devono indicare l’elenco dei contratti vigenti specificando per ciascun contratto il Codice Univoco dell’Ufficio destinatario di fattura elettronica rilasciato dall’IPA e la data a partire dalla quale il servizio di fatturazione elettronica è operativo, con un preavviso di almeno 30 giorni solari rispetto a tale data