Che cos’è la Carta Nazionale dei Servizi?

Si tratta di una carta a microprocessore che contiene un certificato di autenticazione che identificando il titolare e assicurando l’autenticità delle informazioni, consente al cittadino la fruizione dei servizi in rete erogati dalla Pubblica Amministrazione.

Le Pubbliche Amministrazioni possono consentire l’accesso a servizi on line come ad esempio:
– Certificazioni anagrafiche: produrre autonomamente certificati anagrafici;
– Accesso alla posizione contributiva: con la possibilità di visionare la propria posizione contributiva e pagare i tributi locali on line;
– Partecipazione a sondaggi elettronici: promossi dall’Amministrazione Comunale che necessitano di un’autenticazione pre-voto, per la certificazione dell’espressione di volontà;
– Avvio di procedimenti amministrativi in ambito scolastico: iscrizione, mensa, cedole librarie, eccetera.
Le Camere di Commercio, in quanto Pubbliche Amministrazioni, rilasciano la CNS insieme al servizio di Firma Digitale degli atti e dei documenti.

La CNS delle Camere di Commercio, come tutte le CNS emesse dalle diverse Pubbliche Amministrazioni, consente l’accesso telematico a tutti i servizi resi disponibili dalle Amministrazioni stesse, sia centrali che locali, consentendo inoltre l’accesso, da parte di tutte le imprese, ai seguenti servizi legati alla propria posizione:
– Visura ordinaria, visura storica, visura artigiana e scheda società;
– Modello di dichiarazione sostitutiva del certificato Registro Imprese;
– Statuti, atti e bilanci depositati;
– Situazione dei pagamenti del diritto annuale;
– Stato pratiche Registro Imprese (trasparenza amministrativa).

La CNS permette inoltre l’accesso diretto al sito http://www.impresa.gov.it, portale per le imprese che raggruppa molti dei servizi che le Pubbliche Amministrazioni forniscono via Internet.