SPECIFICA IL TUO AMBITO LAVORATIVO

Privato

Libero professionista

Azienda

Pubblica Amministrazione

Associazione di Categoria

Guida all'estrazione dei log di messaggi PEC

Cosa occorre

  • Il file di log dei messaggi, prodotto in formato CSV e firmato con un certificato di firma automatica intestato al Responsabile del Servizio;
  • La versione aggiornata di DiKe o, in alternativa, la funzione di verifica dei file firmati disponibile sul sito di Firma Digitale InfoCert;
  • Un software di elaborazione di fogli di calcolo.

Avvio attività

Se ho la necessità di verificare l’avvenuto invio e/o ricezione di uno o più messaggi di posta certificata dalla mia casella Legalmail, posso richiedere al Gestore di Posta Certificata InfoCert la produzione del file di log dei messaggi.

L’esito di questa richiesta è rappresentato da un messaggio di posta certificata (proveniente dall’indirizzo servizio_legalmail@legalmail.it) al quale sarà allegato un file in formato .csv che conterrà le informazioni estratte dai log e sarà firmato in formato P7M con un certificato di firma automatica intestato al Responsabile del Servizio.

Per prima cosa, quindi, sarà necessario accedere alla mia casella Legalmail e successivamente salvare in locale il file .csv firmato.

Utilizzando le funzioni messe a disposizione dalla Webmail – o dal client che ho configurato – salverò il file di log all’interno di una cartella (Desktop, nell’esempio) per poterlo facilmente recuperare in seguito.

Estrazione del file csv originale

Un file firmato si presenta con l’estensione P7M.

Per poterlo utilizzare, soprattutto se ho bisogno di elaborare ulteriormente i dati che contiene, devo prevedere di estrarlo dal documento firmato ottenendo – di fatto – il documento pre-firma.

Sul mio computer è installato DiKe GoSign

Dike GoSign mette a disposizione nella home page l’opzione Verifica che mi permette di selezionare il file di log e di richiamarlo all’interno del software.

L’esito della verifica della firma apposta al log evidenzierà, come previsto, la validità della firma apposta dal Responsabile del Servizio.

A questo punto posso recuperare il log dei messaggi utilizzando il pulsante Salva posto nella parte inferiore del pannello di Dike GoSign.

Il documento ottenuto, con estensione .csv, può essere utilizzato per qualunque ulteriore elaborazione.

Utilizzo la funzione di verifica del sito di Firma Digitale

Se non ho mai installato DiKe, e non ho intenzione di farlo nell’immediato, posso far ricorso alla funzione di verifica on-line che l’Ente Certificatore InfoCert mette a disposizione sul suo sito.

Anche in questo caso, dopo aver eseguito la verifica del file avrò la possibilità di salvare il file pre-firma.

Un clic sul pulsante Sfoglia mi permette di selezionare il documento da verificare.

Il passo successivo consiste nell'accettazione delle condizioni che regolano l’erogazione del servizio ai sensi del D.Lgs del 30 giugno 2003 n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali, art. 13 e del Regolamento (UE) 679/2016 Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati personali. Quindi, procedo con un clic sul pulsante Accetto e Verifico.

L’esito della verifica evidenzierà la validità della firma e fornirà tutte le informazioni a corredo, compresa l'esistenza del Limite d'uso collegato al certificato di firma automatica utilizzato dal Responsabile del Servizio.

La funzione che mi interessa è quella messa a disposizione dal pulsante Salva origine che trovo più in basso scorrendo la barra laterale e che mi permette di ottenere il documento di mio interesse e di salvarlo in locale.

Chiusura attività

Una volta salvato il file, potrò disporre dei dati in esso contenuti utilizzando un programma di elaborazione di fogli di calcolo.

Posso considerare terminata la mia attività salvando la tabella ottenuta e passare all'analisi qualitativa dei dati.

Hai trovato utile questo contenuto?